• Mar. Mag 28th, 2024

Di quanta acqua ha davvero bisogno un prato?

DiRedazione

Nov 19, 2021
acqua bisogno prato

Vuoi sapere di quanta acqua ha bisogno il tuo prato per stare bene? Continua a leggere questo articolo per scoprirlo.

In questo aspetto di benessere entrano in gioco il tuo tipo di terreno, la quantità di sole e il clima e una buona regola empirica è annaffiare il prato con una quantità d’acqua che va da 1 a 4 cm a settimana.

Ovviamente, la cosa più importante è come si innaffia un prato. Vuoi annaffiare in profondità e di rado per avere un prato erboso sano e con radici profonde?

Allora se decidi di innaffiare con 4 cm di acqua a settimana, puoi farlo in 2 dosi o una, ma non farlo un po’ ogni giorno. Infatti, se annaffi il tuo prato un po’ ogni giorno, la tua erba avrà radici poco profonde e potresti avere gli stessi tipi di problemi che dà la siccità.

Tuttavia, se hai un terreno sabbioso, è meglio innaffiare il prato due volte a settimana poiché il terreno sabbioso drena più velocemente e presto l’acqua diventa troppo difficile da pescare perché le tue radici difficilmente riescono a raggiungerla.

Allo stesso modo, se hai un terreno argilloso e secco potresti aver bisogno di annaffiare il prato 3 volte a settimana a causa delle sue qualità idrorepellenti.

Di quanta acqua ha bisogno il tuo prato

Se non sei sicuro di quanta acqua emettono i tuoi irrigatori in un’ora, usa alcune vaschette di plastica per misurare la quantità d’acqua che riceve il tuo prato e quindi regola il tempo di irrigazione di conseguenza. Inoltre, mettendo fuori diverse vasche puoi vedere se i tuoi irrigatori stanno irrigando l’intero cortile in modo uniforme o meno.

Il momento migliore per annaffiare è la mattina presto. Se aspetti fino al pomeriggio perdi un po’ della tua acqua per evaporazione. Se innaffi di notte potresti invitare malattie al tuo prato a causa del tempo in cui rimane bagnato.

Un paio di consigli per assicurarti che il tuo prato abbia un bell’aspetto quando fa molto caldo è quello di non falciare l’erba molto corta e di lasciarla tagliata nel cortile.

Infatti, aumentando l’altezza di taglio il prato è meno stressato e riesce a rinfrescarsi. Inoltre, i residui di erba lasciati sul prato daranno effettivamente alle radici dell’erba più umidità e minerali. In sostanza, la aiuteranno a essere meno stressata. Contrariamente alla credenza popolare, l’erba tagliata non causa l’accumulo di paglia.

Quindi stai attento a queste piccole accortezze per ottenere sempre un prato bello e verde. Non è così difficile mantenere il prato verde e rigoglioso con un po’ di pianificazione quando si tratta di annaffiarlo.

Redazione
artigianrik.it è un blog di informazioni di ambiente, natura, cultura, tecnologia & web, salute, turismo, food e news. Cerchiamo di offrire i migliori consigli ai nostri utenti e rendere la nostra passione, per la notizia e la scrittura, un qualcosa da poter condividere con tutti. Puoi contattarci tramite E-mail a: onlyredazione[@]gmail.com